Parco Orobie Valtellinesi

Con una superficie di circa 46.000 ettari il parco include la parte valtellinese della catena delle Orobie, le cui vette variano tra i 2000 e i 3000 metri di altitudine; numerosi i laghi naturali e artificiali presenti.
Le dodici vallate che compongono il parco, sono molto diverse tra di loro anche se tutte di natura glaciale; hanno di conseguenza subito in modo differente lo sfruttamento da parte dell’uomo che le ha abitate fino dall’antichità.
Oggi esiste un unico raccordo comune: la Grande Via delle Orobie, sentiero montano che attraversa in lunghezza l’intero parco, partendo da ovest a Delebio e arrivando fino all’Aprica; nel percorso è facile incontrare esemplari di fauna alpina che si rifugiano sul lato nord dei crinali spesso in ombra e per questo motivo meno frequentato e quindi più tranquillo.
La vegetazione è ricca di boschi di latifoglie alle quote inferiori, e di abetai e pecceti nelle aree superiori, a cui succedono le praterie alpine ricche di flora tipica che nei mesi estivi si colorano con variopinte fioriture.
All’interno del parco vivono diversi gruppi di camosci, stambecchi, mufloni e tra le specie più piccole marmotte, scoiattoli, donnole, ermellini e martore; tra gli uccelli picchi, civette, aquile e galli cedroni scelti questi ultimi a rapprentare l’emblema del parco.

Per ulteriori informazioni: www.parcorobievalt.com/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *