Parco delle Dolomiti Bellunesi

Il parco nazionale ha una superficie di 31.512 ettari, è interamente compreso nella provincia di Belluno, tra i fiumi Cismon a ovest e Piave ad est, tra il dal bacino del Maè a nord e quello del basso Agordino a sud.
Il Parco comprende i gruppi montuosi delle Alpi Feltrine (Vette di Feltre, Cimonega, Pizzocco, Brendol, Agnelezze), Monti del Sole, Schiara, Talvéna, Prampèr e Spiz di Mezzodì.
Sono presenti aree carsiche d’alta quota, rupi e pendici detritiche, ma anche estese praterie, habitat ideale per le numerose specie faunistiche di alta montagna che vi si sono insediate e che devono ogni anno affrontare il gelo invernale, la scarsità di cibo, il vento sferzante e le forti radiazioni solari, adottando ataviche strategie di adattamento.
Tra le specie più importanti di mammiferi vi sono marmotte, ermellini, caprioli (oltre 2.000 esemplari), camosci (oltre 3.000 esemplari), cervi e mufloni; tra le 114 specie di uccelli censite, si incontrano il picchio nero e il picchio muraiolo, l’astore, il gheppio, l’aquila reale, la civetta nana e la civetta capogrosso, l’allocco, il gufo reale, il gallo cedrone, il fagiano di monte, la pernice bianca, la coturnice, l’upupa, e il fringuello alpino
Il territorio del parco, fatta eccezione per le aree carsiche, si presenta estremamente ricco di risorse idriche: sorgenti, paludi e corsi d’acqua ne concorrono alla ricchezza biologica; notevole la varietà dei boschi con faggeti, pinete, abetai, lariceti, arbusteti d’alta quota, e della flora che consta oltre 1400 specie tra cui rododendri e stelle alpine.
Sono presenti molti itinerari con obiettivi differenti: facili sentieri natura, dedicati a neofiti interessati a conoscere un po’ in dettaglio flora, vegetazione, fauna e geologia dei luoghi attraversati; sentieri tematici, ideati per mostrare aspetti particolari del parco: storici, archeologici, tradizionali, geomorfologici, faunistici; sentieri escursionistici e alpinistici (52 quelli attualmente segnalati) con ulteriori 5 vie ferrate.

Per ulteriori informazioni: www.dolomitipark.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *