Parco delle Alpi Marittime

Il parco con i suoi 27.945 ettari ripartiti su tre valli è il più vasto del Piemonte e insieme al Parco francese del Mercantour protegge un’area, a cavallo delle Alpi, di 100.000 ettari.
Numerose le cime oltre i 3.000 metri che fanno parte del parco e molti i laghi alpini e i piccoli ghiacciai che si possono incontrare.
Molto ricca la fauna che spinse anche Vittorio Emanuele II a farne una Riserva Reale di caccia, edificandovi residenze estive, palazzine di caccia e chalet influenzando positivamente l’economia della zona.
Anche oggi molti i camosci presenti, circa 4.500, ma non mancano altre specie quali caprioli, cinghiali, marmotte, donnole, faine, martore e volpi.
Oltre ottanta i laghi, in maggior parte di origine glaciale, dalle forme, dimensioni e colori unici.
La varietà del clima rende ricchissima la flora presente; stimate in 2.600 le specie, ovvero un patrimonio pari a quasi la metà di quello esitente nell’intera penisola.
Le strade militari, le mulattiere e i sentieri coprono molte decine di chilometri e rendono il parco un paradiso per l’escursionista; incalcolabile il numero di itinerari che si possono effettuare e molti i trekking tra le valli del Parco e tra Italia e Francia.

Per ulteriori informazioni: www.parcoalpimarittime.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *