Parco delle Alpi Liguri

Il parco con una superficie di 6.041 ettari è un’area naturale protetta della Liguria a ridosso del crinale di confine con l‘adiacente dipartimento francese des Alpes Maritimes, territorio storicamente unito alla parte italiana…
Il parco è diviso in quattro zone distinte che ospitano numerosissime specie floristiche e faunistiche:
– una zona carsica (Pian Cavallo) ricca di grotte, cavità, gole e con un’estesissima copertura boschiva costituita da lariceti, faggeti e pinete a pino silvestre,
– la zona montuosa più elevata della regione con i monti Saccarello, Frontè e Monega che superano i 2000 metri, caratterizzata da praterie magre e terreni erbosi, ma anche da boschi di faggi, fenomeni carsici superficiali e falesie,
– la zona dei monti Gerbonte e Toraggio con aree coperte da foreste di abeti, pini silvestri, faggi e aceri ancora in evoluzione in conseguenza dei numerosi rimboschimenti, e aree selvagge e suggestive sulle dorsali dei massicci con la presenza di un numero significativo di specie floristiche,
– la zona della foresta di Testa d’Alpe, uno dei boschi più belli della Liguria, con prevalenza di pini silvestri, abeti bianchi e aceri, punteggiato da laghetti e cascate di interesse naturalistico e grande pregio paesaggistico.
L’ente parco ha sposato la filosofia del “paesaggio protetto” una delle possibili modalità di tutela del territorio, prevista nelle situazioni in cui la forma naturale è così saldamente connessa con le attività umane tradizionali, da aver dato origine ad un paesaggio il cui valore consiste proprio in questo stretto ed equilibrato rapporto.

Per ulteriori informazioni: http://parcoalpiliguri.eu/Default.aspx?pageid=page1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *