Parco dei Cento Laghi

Il parco delle Valli del Cedra e del Parma, comunemente chiamato parco dei Cento Laghi, si estende per circa 9.000 ettari e tutela l’alta valle del torrente Cedra, la testata del torrente Bratica e la porzione inferiore dell’alta Val Parma.
Il parco, benché di ridotte dimensioni, è un piccolo gioiellino di natura, nascosto nelle pieghe delle vallate che salgono fino al crinale e merita di essere visitato per ammirare un ambiente che di “appenninico” ha poco. Ai ghiacciai che occupavano nel lontano passato le vallate dei torrenti si deve la formazione della maggior parte dei laghi presenti che riempiono il fondo delle depressioni (circhi glaciali) scavate dai ghiacci.
Il parco occupa una ampia gamma altitudinale con conseguenti diversità di ambienti: da quelli rupestri, ricchi di torbiere e laghi glaciali, alle foreste di abeti, faggi e castagneti secolari delle quote inferiori. Molto numerose sono le varietà di fiori, tra cui spicca per importanza e rarità la primula appenninica, presente solo in questa zona.
Il territorio è importante per la presenza dell’aquila reale, ormai stabile nel parco, e di altri mammiferi quali il lupo, il capriolo ed il cinghiale.
Invidiabile la rete di percorsi ciclabili a disposizione: circa 150 chilometri che collegano fra l’altro la regione di Reggio-Emilia con la Toscana

Per ulteriori informazioni: www.parks.it/parco.cento.laghi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *