I Sistemi Turistici regionali (ST)

Il rapporto della Regione Lombardia sul “Turismo in Lombardia, anno 2008” presenta lo stato di salute dell’intero sistema turistico lombardo.
Vi presentiamo di seguito un estratto di questo documento nel quale le analisi dei dati ISTAT sono focalizzate per “sistemi turistici”. In particolare il territorio regionale è stato suddiviso in Valtellina, Riviera del Garda bresciano, Adamello, Terre dell’acqua, Po di Lombardia, Lago di Como, Via del ferro, Sublimazione dell’acqua, Varese land of tourism, Abbiatense Magentino, Orobie, Bergamo e pianura, Città di Milano
Questa suddivisione permette di comprendere come si evolvono i flussi turistici spostando l’obiettivo dall’intero territorio regionale a territori omogenei per caratteristiche ambentali, turistiche ed enogastronomiche.


estratto da:
Regione Lombardia
Il Turismo in Lombardia
Anno 2008

I Sistemi Turistici regionali (ST)

Nel corso della legislatura Regione Lombardia ha promosso lo sviluppo dello strumento del Sistema Turistico inteso come “un insieme di programmi, progetti e servizi orientati allo sviluppo turistico del territorio e all’offerta integrata di beni culturali, ambientali e di attrazioni turistiche, compresi i prodotti tipici della produzione e dell’enogastronomia locale”.
I Sistemi turistici hanno l’obiettivo di promuovere l’integrazione tra i soggetti pubblici e privati che operano per lo sviluppo delle vocazioni e potenziali turistiche del territorio, ponendo le condizioni per introdurre i fattori di miglioramento necessari a conservare attrattività e competitività delle destinazioni.
Sono ad oggi 13 i ST (Valtellina, Riviera del Garda bresciano, Adamello, Terre dell’acqua, Po di Lombardia, Lago di Como, Via del ferro, Sublimazione dell’acqua, Varese land of tourism, Abbiatense Magentino, Orobie, Bergamo e pianura, Città di Milano). Ciascun ST identifica un proprio territorio di riferimento rispetto al quale vengono sviluppate azioni di valorizzazione e promozione turistica. Attualmente circa l’88% del territorio regionale è interessato dalla presenza di un ST. Quasi il 12% delle presenze turistiche non sono comprese all’interno del Sistema Turistico (per localizzare il territorio vedi senza ST).
Distribuzione delle presenze nei Sistemi turistici regionali lombardi – Anno 2008
(la dimensione della torta rappresenta il peso a livello regionale)

Gli arrivi e le presenze turistiche nei ST rappresentano nel 2008 rispettivamente l’85,5% e l’88,3% del totale regionale; gli arrivi e le presenze nei ST sono in prevalenza di nazionalità italiana, fanno eccezione i Sistemi Turistici in cui le presenze straniere sono invece fortemente preponderanti: Riviera del Garda Bresciano (73%), Lago di Como (65,7%) e Città di Milano (59,2%).
Si registrano le percentuali più alte di arrivi e presenze nei territori maggiormente vocati al flusso turistico: Città di Milano ( 25,7%), Riviera del Garda bresciano (19,6%), Lago di Como (9,5%) e Valtellina (8,5%).

La permanenza media lombarda (2,6 gg.) si distribuisce tra il minimo del ST di ‘Abbiatense Magentino’ (1,6 gg.) ed il massimo dei sistemi turistici ‘Terre dell’acqua’ (8 gg)

 

In merito alle presenze turistiche per provenienza, considerando il confronto annuo 2008/2007, l’incremento più consistente negli ST Adamello e Bergamo, Isola e Pianura (rispettivamente +14,2% e + 6,4% ) che vedono entrambi le componenti in crescita; incrementano le presenze rispetto al 2007 anche i ST Valtellina (+7,2%) e Terre dell’acqua (+6,7%) che però perdono entrambi quote della componente italiana.
Il calo più consistente delle presenze si osserva nel ST ‘Po di Lombardia’ (circa –13,8% sul totale) con entrambi le componenti in calo.

 

Post navigation

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *