Aumentano le enoteche piemontesi

 

È la quattordicesima Enoteca Regionale riconosciuta in Piemonte dall’Assessorato all’Agricoltura. Va ad ingrossare il circuito legato alla degustazione del vino, che coinvolge 4200 soci produttori e 180 Comuni promotori, insieme a Province e Camere di Commercio.

L’Enoteca di Ovada e del Monferrato ha sede a Palazzo Delfino, che ospita anche gli uffici del Comune di Ovada. Questa nuova struttura rappresenta l’intero territorio del Dolcetto, pari a circa 1200 ettari e comprendente 19 Comuni della provincia di Alessandria. Tra l’altro il Dolcetto ha ottenuto recentemente la denominazione DOCG con grande soddisfazione dei produttori della zona.

Oltre alle Enoteche Regionali, di cui quella di Ovada e del Monferrato è l’ultima nata, il circuito offre anche 33 tra Botteghe del Vino e Cantine Comunali. C’è una legge regionale, la 33/80 che istituisce e regolamenta quetso tipo di iniziative. L’attività delle Enoteche è coordinata dalla Consulta regionale e prevede, tra i vari servizi e iniziative, la partecipazione alle più importanti manifestazioni del settore.

Il circuito del vino ha grande rilevanza dal punto di vista turistico, specie quando è abbinato all’offerta di ristorazione: sono 800.000 ogni anno i visitatori che gravitano intorno a questo progetto, metà dei quali stranieri, con un milione di bottoglie consumate (direttamente e nei ristoranti interni alle strutture) pari a un valore economico di circa 10 milioni di euro.

1 comment for “Aumentano le enoteche piemontesi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *