Veneto: erogazione pagamenti arretrati

Il vicepresidente della Giunta veneta ha sollecitato l’Avepa, l’Agenzia regionale per i pagamenti in agricoltura, ad accelerare l’erogazione delle indennità agli agricoltori di montagna. Le domande vanno celermente soddisfatte – ha commentato il vicepresidente – sapendo quante difficoltà stanno incontrando gli operatori a causa della crisi e quanto sia strategico mantenere in queste aree difficili la presenza attiva dell’uomo.

Le indennità compensative sono state liquidate in gran parte tra dicembre e gennaio ma mancano all’appello i premi per pascolo e sfalcio dell’erba. A metà febbraio erano 905 su 2685 le domande di indennità compensativa 2009 che non hanno ancora avuto un pagamento (anticipo o saldo). Restano ancora da pagare 6,3 milioni di euro su un totale richiesto di 11,2 milioni. Le domande 2008 che non hanno ancora avuto pagamento sono invece 288. Le domande agroambientali del 2009 non ancora pagate sono 955 su 4.134 (8,7 milioni di euro pagati su 12,4).

Il vicepresidente ha pertanto chiesto agli uffici regionali e all’Avepa, che elaborandole domande, di procedere anche con i Caa (Centri di assistenza agricola) ad una verifica puntuale delle situazioni in sofferenza per poter erogare tempestivamente tutto quanto è possibile pagare.
Posso comunque assicurare – ha fatto presente il vicepresidente – che l’attenzione verso le aree montane di Belluno, Vicenza, Treviso e Verona è altissima, e che i contributi richiesti saranno presto liquidati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *