Più stambecchi tra Belluno e Trento

Erano stati decimati da una grave malattia, la rogna sarcoptica, gli stambecchi che popolavano il massiccio montuoso delle Pale di S. Martino. Ora un intervento concordato tra le Province di Belluno e Trento e il Parco naturale Paneveggio rinfoltirà quella colonia, reintroducendo un numero consistente di animali.

Gli avvistamenti di stambecchi sulle montagne che dividono il bellunese dalla regione trentina appassionano i frequentatori di questi luoghi.  Vederli muovere con agilità sulle rocce ripide, scendere più in basso quando la stagione comincia a diventare più rigida, depositari di un’enorme conoscenza dei luoghi e delle stagioni, è un’emozione anche per chi ha a che fare per la prima volta con un’esperienza del genere.

Già nel 1999 si era pensato di rinfoltire la popolazione di stambecchi della zona, ora dopo un’attenta valutazione da parte degli Enti coinvolti si è ritenuto realizzabile l’intervento, che sarà seguito in tutte le sue fasi da professionisti del settore.

(31 marzo 2010)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *