Il Veneto punta sul turismo sanitario

L’obiettivo è attirare quei viaggiatori che intendono unire terapie sanitarie a un’istanza più ludica e turistica.

Il Veneto è un territorio che coniuga l’eccellenza sanitaria a un’offerta turistica di elevata qualità. Partendo da questa considerazione, la Regione ha deciso di puntare sul turismo sanitario per attirare quei viaggiatori che sempre più nei prossimi anni vorranno unire le terapie o gli interventi chirurgici di cui hanno bisogno, alla possibilità di visitare Venezia piuttosto che Padova, oppure di assistere a un’opera all’Arena di Verona, o di godersi qualche giorno di riposo al mare, in montagna o sul lago di Garda. Il progetto, a cui da tempo sta lavorando un tavolo regionale delle direzioni Sanità e Sociale, si propone di far diventare il Veneto la capitale del turismo sanitario europeo, tempo 3-5 anni.

“La nostra regione – ha ricordato l’assessore veneto al Turismo Marino Finozzi – accoglie ogni anno 14 milioni di turisti, il 16% del totale italiano. Tra coloro che scelgono il Veneto come meta, il 60% è straniero. Siamo certi che tra i motivi che portano queste persone a scegliere la nostra regione, oltre alle bellezze artistiche e naturali e alla straordinaria ricchezza culturale ed enogastronomica, c’è anche la tranquillità di sapere di poter disporre di un sistema sanitario eccellente, in grado di rispondere con rapidità ed efficacia massime anche nelle urgenze. Abbiamo deciso di valorizzare quest’unicità del nostro territorio”.
“Proprio in tale prospettiva – ha spiegato l’assessore veneto alla Sanità Luca Coletto – abbiamo istituito un Tavolo di Lavoro congiunto tra sanità e turismo. L’obiettivo è fornire risposte adeguate alla mobilità europea dei turisti e alle nuove tendenze che portano migliaia di persona a decidere di curarsi negli ospedali di eccellenza, a prescindere dalla circostanza che si trovino o meno nello stato di appartenenza”.

(16 maggio 2010)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *