Trento: la convenzione delle Alpi

Per presentare la Convenzione delle Alpi e le attività intraprese dalla Provincia autonoma di Trento in questo ambito, sono stati organizzati due incontri: uno a Cavalese (giovedì 18 febbraio, ore 20.30, sala del lettore al Palacongressi) e uno a Madonna di Campiglio (martedì 23 febbraio, ore 21.00, Centro Congressi).
Saranno presenti il vicepresidente delle Provincia Alberto Pacher, il segretariato generale della Convenzione delle Alpi Marco Onida e i rappresentanti dei parchi naturali provinciali, che da alcuni anni partecipano alla Rete Alpina delle Aree protette, e del Progetto speciale provinciale per la Convenzione delle Alpi.

La Convenzione delle Alpi è un accordo fra gli 8 stati cui appartiene il territorio alpino, con il quale questi si impegnano a proteggere e valorizzare il rilevante patrimonio naturale e umano dell’area alpina, a salvaguardare i delicati equilibri ambientali, a scambiarsi tutte le informazioni scientifiche e normative e quelle relative ai progetti rilevanti e ai monitoraggi relativi all’area alpina.

La convenzione, che è vincolante ai sensi del diritto internazionale, è stata firmata nel 1991 a Salisburgo, è entrata in vigore dopo la ratifica dei singoli stati e prevede l’approvazione di una serie di protocolli nelle materie più rilevanti. L’accordo prevede espressamente il coinvolgimento degli enti e delle comunità locali, che, pur nella diversità istituzionale dei vari ordinamenti, hanno competenze primarie nelle materie della Convenzione.

Il Trentino ricade per intero nel territorio alpino e la connotazione montana è un elemento essenziale della sua identità territoriale e culturale.
La Provincia autonoma di Trento vuole valorizzare questo elemento, attivare un confronto sui contenuti della Convenzione e potenziare il ruolo delle Regioni alpine: a questo fine ha istituito un tavolo di lavoro tra vari dipartimenti, che ha già svolto il monitoraggio della situazione attuale e sta definendo una serie di progetti di attuazione della Convenzione, anche attraverso azioni di confronto e collaborazione con le altre regioni alpine.

Alcune informazioni di base sulla Convenzione delle Alpi sono disponibili sul sito della Provincia – Dipartimento Risorse Forestali e montane/Convenzione delle Alpi – attivato in questi giorni (http://www.dip-foreste.provincia.tn.it/).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *