Il prato più bello dell’Alto Adige

Si sono iscritti in 150, ma i finalisti sono 50. Concorrono al titolo del prato più bello…

Ha destato notevole interesse tra gli agricoltori il concorso ideato dalla Provincia di Bolzano che intende premiare il lavoro svolto dai contadini  a favore dello sviluppo del paesaggio.
“Il concorso è molto più che non una semplice gara – spiegano gli assessori Hans Berger e Michl Laimer – perchè nell’anno dedicato alla biodiversità abbiamo voluto richiamare l’attenzione sul significato di prati intatti nella loro biodiversità, ben curati e armonicamente inseriti nel paesaggio.” Il concorso dedicato al prato più bello è organizzato con l’Eurac “e anche per noi si è trattato di un esperimento dall’esito incerto perchè non sapevamo come avrebbero reagito gli agricoltori e i cittadini”, spiega Berger. Tanto maggiore è la soddisfazione per l’alto numero dei partecipanti. “Una risposta che conferma quanto sia sviluppata la sensibilità verso questo tema e quale valore venga attribuito a un paesaggio intatto con la sua varietà di flora e fauna”, aggiunge Laimer.

Scaduto il termine di iscrizione al concorso, la seconda fase prevede la valutazione dei singoli prati. Esperti esamineranno sul posto tutti gli indicatori: sito, biodiversità, utilizzo, diversità strutturale, la superficie ed altro. Verranno premiati i prati più belli suddivisi in due categorie, in base alla connotazione estensiva (ad esempio prati magri e umidi, prati secchi, prati alberati con larici) o intensiva (prati e pascoli grassi, prati presso le malghe, prati con alberi da frutta). I vincitori saranno proclamati e premiati in autunno.

(14 maggio 2010)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *