Bolzano e le vie d’acqua

Il territorio altoatesino è ricco di acqua, in occasione della Settimana della Cultura, i Beni Culturali propongono iniziative legate a questo tema

Da lunedì 19 aprile fino a venerdì 23 aprile 2010, l’Archivio di Stato, in via Armando Diaz 8 a Bolzano, apre i battenti del proprio deposito sotterraneo, dove, dalle ore 9.00 alle 11.00, con visite guidate (con obbligo di prenotazione al tel. 0471 264295, as-bz@beniculturali.it ) si potrà seguire un percorso tra antiche carte e mappe che documentano l’importanza dell’acqua nelle zone dell’Alto Adige e le molteplici attività dell’uomo legate alla sua presenza.
 
Si tratta di un itinerario attraverso secoli di storia, dai documenti degli imperatori medievali che donavano proprietà sottolineando la presenza di corsi d’acqua, di possibilità di pesca e disponibilità di mulini (cum aqua aquarumve decursibus piscationibus molendinis), alle liti dei contadini del Trecento per lo sfruttamento dei torrenti, alle segnalazioni dei monaci di S. Maria in Augia sui danni causati dal Talvera, ai consorzi di Bolzano del 1800 e 1900 per la manutenzione delle mura lungo il Talvera.

In esposizione le mappe colorate che rappresentano peschiere, mulini, esondazioni e regolazioni dei fiumi e le planimetrie di fine Ottocento degli impianti di sfruttamento dell’acqua. Informazioni sul sito www.archivi.beniculturali.it/ASBZ

Mercoledì 21 aprile 2010, la Biblioteca provinciale italiana “Claudia Augusta” propone, invece, l’approfondimento della tematica della navigazione fluviale nel Tirolo storico con la conferenza di Katia Occhi, “Le vie d’acqua nell’antico Tirolo”, in programma alle ore 15.30, presso la sede della biblioteca in via Mendola a Bolzano.

(16 aprile 2010)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *