Marche: nuove norme raccolta funghi

Cambiano i prezzi per la raccolta e per la commercializzazione dei “funghi epigei spontanei e conservati” in territorio marchigiano. Il Servizio Ambiente della Provincia di Pesaro-Urbino ha infatti recentemente reso noto che, in seguito alla modificazione della legge regionale competente, i permessi per la raccolta dei funghi subiranno le seguenti modificazioni:

– per i cittadini residenti in regione il prezzo dell’autorizzazione annuale sarà di 20 euro, quello dell’autorizzazione biennale di 40 euro. Non sarà più possibile usufruire del permesso semestrale
– per i cittadini residenti fuori dalla regione i prezzi saliranno a 30 euro per l’autorizzazione annuale e 60 euro per quella biennale
– per tutti i minori di 18 anni in possesso della regolare abilitazione gli importi sono ridotti del 50%

I residenti nei comuni di Pesaro, Fano, Cartoceto, Mombaroccio, Montelabbate, Sant’Angelo in Lizzola, Colbordolo, Tavullia, Mondolfo, San Costanzo, Gabicce Mare, Gradara, Monteciccardo, Monte Porzio, Pergola, San Lorenzo in Campo, Fratte Rosa, Montecalvo in Foglia e Petriano ed i residenti fuori regione che intendono raccogliere funghi nei territori dei comuni sopra elencati, per ottenere il regolare permesso dovranno effettuare il pagamento attraverso un bollettino postale intesato alla Provincia di Pesaro e Urbino, c.c. n. 14177612, inserendo come causale la voce “Permesso raccolta funghi epigei”.
Per quanto riguarda i cittadini residenti presso comuni all’interno della regione non compresi nell’elenco sopracitato, essi dovranno effettuare il pagamento alle comunità montane di appartenenza.

Il Servizio Ambiente della Provincia di Pesaro-Urbino ricorda che la ricevuta di effettuato versamento dell’importo costituirà il titolo di permesso valido su tutto il territorio regionale.

Le multe per i trasgressori saranno salate:
– dai 360 euro ai 1400 euro per chi raccoglie o commercializza i funghi del territorio marchigiano senza la necessaria abilitazione
– dai 260 ai 930 euro, il ritiro del tesserino in sede di accertamento e l’eventuale sospensione dell’abilitazione per un periodo variabile dai 6 mesi ad un anno per chi raccoglie o commercializza i funghi del territorio marchigiano senza aver effettuato il versamento.

Per qualsiasi ulteriore informazione si può contattare l’ Ufficio tutela e valorizzazione del patrimonio dei funghi epigei ed apogei della Provincia di Pesaro Urbino al numero 0721/359226

(12 aprile 2010)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *