Il Giro tocca l’alta Carnia

Attorno alla quindicesima tappa del 93esimo Giro d’Italia si coagulano manifestazioni ed eventi

Il passaggio della più importante corsa ciclistica italiana significa anche afflusso di turisti e possibilità di valorizzare i luoghi. Come già accaduto nelle due precedenti edizioni del Giro che hanno interessato la vetta dello Zoncolan, grazie al supporto della Regione e di numerosi enti e sponsor, è stato predisposto un intenso programma di iniziative collaterali che mirano ad assecondare l’affetto e l’entusiasmo che il grande pubblico manifesta al passaggio della corsa. Si tratterà di eventi sportivi, ludici, culturali, emozionali.

Dalla cima del monte Zoncolan si gode un panorama di quasi tutta la Carnia. Il luogo è raggiungibile da Ovaro e Sutrio mediante delle strade, mentre da Ravascletto parte una funivia. Esiste anche un sentiero chiamato Gjalinar.

Gli eventi saranno aperti, sabato 24 aprile, da un’intera giornata dedicata alla memoria del Ct degli Azzurri del pedale, Franco Ballerini, recentemente scomparso in una competizione motoristica, che assieme a Cainero aveva vissuto l’organizzazione della precedente presenza del Giro in Friuli Venezia Giulia.

Così alle ore 15.00 del 24 aprile, da Tolmezzo partirà una pedalata ecologica a scopo umanitario che raggiungerà Paularo, dove sarà previsto un posto di ristoro. Rientro, attraverso Zuglio e Caneva, sempre a Tolmezzo. Aperta a tutti gratuitamente, sarà animata da personaggi come Paolo Bettini, Andrea Tafi, unicocorridore italiano ad avere vinto il Giro delle Fiandre e la Parigi-Roubaix, Denis Lunghi, vincitore del Giro del Friuli, e dal campione friulano Daniele Pontoni.   

Tolmezzo sarà al centro dell’attenzione del mondo ciclistico, e non solo, anche il 30 aprile. Alle ore 18.00, a Palazzo Frisacco, sarà infatti inaugurata una mostra di pittura dedicata ad artisti che hanno raffigurato lo sport. In particolare, saranno esposte numerose opere di Aligi Sassu. La rassegna sarà aperta fino al 30 giugno.

Per l’1 maggio è prevista la Pedalata ROSA in Val d’Arzino. Si tratterà del 29.mo Raduno cicloturistico Città di Casarsa, che percorrerà, con la denominazione scelta per l’occasione, parte del tracciato della tappa del Giro.

Il 22 maggio, alle ore 10.00, l’iniziativa “Kaiser Zoncolan”, caratterizzata da una cicloturistica che consentirà agli amatori di anticipare parte del tracciato finale della tappa. Ancora il 22 maggio, alle ore 16.00. la Ski roll dei campioni, a Paluzza. Ideato dall’olimpionico Giorgio Di Centa, l’evento agonistico sarà animato da sedici atleti di livello nazionale. Alle 18.00, sempre a Paluzza, è prevista una gara di sky roll non competitiva in linea. 

(18 aprile 2010)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *