Friuli: il modello Arta Terme

La sinergia tra diversi soggetti ha consentito il rilancio dello stabilimento termale della valle del But.

Il Presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Renzo Tondo, ha citato Arta Terme come esempio di efficace strategia di rilancio turistico. Promotour Spa, Comune di Arta e Turismo Fvg hanno ottenuto in pochi mesi risultati positivi in termini di utenza e redditività della struttura.

Lo scorso anno era stato paventata la chiusura dello stabilimento termale nella valle del But, l’accordo tra i tre soggetti citati ha scongiurato questa prospettiva. “Una ricetta che – ha spiegato Tondo – trova il suo fondamento nell’efficacia della sinergia tra le realtà esistenti e il territorio, nella volontà di crescere e progredire dei soggetti interessati e nella capacità di coniugare le potenzialità di sviluppo con le reali possibilità dell’area considerata.”

Nello stabilimento di Arta, dove sta per essere attivato un servizio di medicina sportiva di cui potranno beneficiare circa 1400 atleti praticanti del territorio montano, sono disponibili, da alcune settimane, servizi innovativi orientati al benessere della persona che si affiancano alla fangoterapia, alla balneoterapia, alle inalazioni e alle attività di otorinolaringoiatria.

Tondo ha auspicato che si punti non solo sulle Terme della vallata del But o della Carnia, ma su quelle dell’intera Regione.

(21 aprile 2010)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *