Sì all’ Accademia montagna

 

D’ora in poi la montagna trentina avrà un altro sapore. E’ stato infatti siglato l’accordo di programma tra Provincia di Trento e Fondazione Accademia Montagna Trentina, ente istituito lo scorso dicembre.


Foto: Montagna Made in Italy

L’accordo, approvato dalla giunta provinciale lo scorso 30 aprile contestualmente ad un finanziamento di 150mila euro per il 2010, regola l’attuazione e stabilisce la realizzazione di obiettivi, interventi ed attività previsti per il prossimo triennio.
In base a questo accordo la Fondazione Accademia Montagna Trentina, le cui finalità erano state individuate nella promozione della conoscenza del territorio montano, nella valorizzazione delle attività e del patrimonio dell’arco alpino, nella salvaguardia della montagna Trentina, nell’esaltazione della valenza storica, culturale, socio-economico e sportiva delle attività alpinistiche, sciistiche, escursionistiche ecc.. che si svolgono in montagna, ha il compito di:

– coordinare programmi ed attività dei soggetti che concorrono alla promozione e allo sviluppo della montagna;
valorizzare il ruolo dei soggetti che operano nel settore della montagna, promuovendo il turismo, le tradizioni, la qualità dell’ambiente e la ecosostenibilità dell’economia locale;
– istituire corsi di formazione e di specializzazione per il personale attivo in settori specificamente legati al panorama montano e di aggiornamento per coloro che hanno superato il secondo ciclo di istruzione;
– promuovere la frequentazione della montagna in tutte le sue possibili sfaccettature attraverso l’ideazione, la realizzazione e la pubblicizzazione di attività ed iniziative di vario genere;
– ideare e promuovere progetti di valorizzazione della montagna a valenza interregionale ed internazionale anche tramite l’accesso a fondi e programmi europei.

Nello svolgimento di questa onerosa ed importante attività, il presidente della fondazione (ruolo ricoperto “di diritto” dal Presidente della provincia autonoma di Trento) sarà affiancato da un CdA di 4 membri (2 di nomina provinciale e 2 nominati dagli altri soci) e da un comitato scientifico composto dalla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura, dal Collegio provinciale delle guide alpine, dal Collegio provinciale dei maestri di sci, dall’Associazione degli Accompagnatori di territorio del Trentino, dall’Associazione dei maestri di sci del Trentino, dall’Associazione dei gestori di rifugio e dall’Università degli Studi di Trento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *