Palermo: la cultura come risorsa

 

I beni culturali e ambientali come volano dello sviluppo economico, questa la filosofia alla base del Distretto culturale delle Madonie, creato da poco ma sostenuto da idee forti e innovative rispetto all’ambiente piuttosto conservatore in cui si muove.

“Il paesaggio dei miti e delle narrazioni. Itinerari del patrimonio culturale immateriale del Mediterraneo” è il primo progetto lanciato dal Distretto e finanziato dalla Fondazione Cariplo, nell’ambito dell’iniziativa “Progetto Sviluppo Sud per la realizzazione di distretti culturali”. L’idea è legata alla valorizzazione del paesaggio madonita attraverso undici itinerari: paesaggio della biodiversità del Geopark, della civiltà pastorale, dei castelli e dei borghi medievali, dei borghi marinari, agrario e dei feudi, dell’acqua e dei mulini, della manna, della ceramica, della Targa Florio, del Sacro, della scrittura e delle narrazioni.

 

All’interno di questi contenitori più ampi si sta svolgendo il FilmFestival sul paesaggio, apertosi il 26 giugno sino al 4 luglio, che parte dalle seguenti premesse  <nella considerazione che il paesaggio é in grado di evocare atmosfere, sogni, fantasie, trame di racconti e fabulazioni, il Filmfestival “I territori s’incontrano e si raccontano” intende valorizzare la risorsa del paesaggio come bene comune da preservare e tutelare e vuole tessere il contesto ideale per narrare la realtà del mondo con il suo carico umano e culturale, mostrandone la sua vera dimensione>.

 

Oltre a queste iniziative, a Polizzi Generosa nascerà il “Centro multimediale dei paesaggi e della cultura immateriale” e a  Petralia Sottana il “Call Center dell’offerta dei servizi turistico-culturali”. Ognuno dei Comuni che hanno aderito all’iniziativa (Collesano, Caltavuturo, Polizzi Generosa, Petralia Sottana, Petralia Soprana e Geraci Siculo) rappresenteranno i nodi centrali della rete del costituendo Distretto Culturale.

 

Le finalità ambiziose, non nascoste, del distretto culturale sono quelle di potenziare e qualificare l’offerta turistica integrata del territorio madonita, in particolare, nel segmento del turismo culturale, anche mediante azioni di promozione finalizzata a incrementare le presenze turistiche. La Fondazione Borgese è il soggetto capofila della rete partenariale composta dall’Ente Parco delle Madonie, dall’Azienda Autonoma Incremento Turistico della Provincia di Palermo, dalla So.Svi.Ma. S.p.A. e dai Comuni di Caltavuturo, Collesano, Geraci Siculo, Petralia Soprana, Petralia Sottana e Polizzi Generosa.

Roberta Folatti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *