FVG: banda larga per tutti

L’obiettivo della Regione FVG è quello di usare l’innovazione tecnologica per offrire a tutti la possibilità di inviare e ricevere pacchetti di informazioni anche molto pesanti in formato elettronico, trasformando il territorio (che per altro ha una percentuale montana molto significativa, superando il 40% della superficie) in una regione di eccellenza e per questo dotata di un vantaggio competitivo sui territori europei ed extraeuropei.
Di seguito viene riportata la informativa sul progetto in corso visibile con maggior dettaglio su “Infrastrutture e trasporti – Telecomunicazioni“,


estratto da:
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia – Assessorato Infrastrutture e trasporti – Telecomunicazioni

Programma ERMES

ERMES (an Excellent Region in a Multimedia European Society) è il programma con il quale la Regione intende operare per fare del Friuli Venezia Giulia un’area europea di eccellenza nel campo dell’Information & Communication Tecnology (ICT). Il programma costituisce una parte importante della politica che l’amministrazione regionale sta attuando per fare in modo che il Friuli Venezia Giulia mantenga e migliori il suo vantaggio competitivo nel confronto con i più avanzati sistemi regionali europei ed extraeuropei-

Obiettivi del programma

Si prefigge di portare la banda larga alla pubblica amministrazione, a tutte le imprese e le famiglie del Friuli Venezia Giulia in cinque/sette anni. Il programma contribuisce in misura essenziale allo sviluppo della piattaforma sulla quale può crescere la diffusione dei servizi e si fonda su un approccio totalmente coerente con lo sviluppo del mercato delle telecomunicazioni in quanto favorisce la concorrenza e l’ingresso di nuovi competitori;
– è coerente con gli obiettivi strategici di PARSIFAL (Piano di Azione Regionale per la Società dell’Informazione del Friuli Venezia Giulia 2000-2006);
– è coerente con le direttive della Commissione europea ed al piano di azione “eEurope 2005: una società dell’informazione per tutti”;
– integra in modo organico il programma regionale FReNeSys (Friuli Venezia Giulia Region Network Systems);
– permetterà di potenziare il livello di cooperazione e partecipazione in rete degli enti colegati alla RUPAR (Rete Unitaria della Pubblica Amministrazione Regionale).

Fasi e strumenti di realizzazione

Vengono finanziati una serie di interventi, volti a colmare il digital divide che affligge ampie zone del territorio regionale, attraverso l’infrastrutturazione della rete di telecomunicazione che, collegando zone marginali della regione, permetta di assicurare la connettività in banda larga tanto alla pubblica amministrazione che alle imprese e ai cittadini. In tale ambito viene previsto inoltre l’impianto di un sistema di gestione della rete regionale necessario a rendere fruibili le infrastrutture realizzate e quello di un supercalcolatore necessario per la partecipazione al progetto GRID Computing europeo per il supercalcolo distribuito. Le infrastrutture di telecomunicazione realizzate consentiranno altresì di promuovere lo sviluppo e l’integrazione ICT nell’ambito dell’Euroregione Alpe Adria.
Gli interventi rientrano nel quadro di azioni tracciate dall’Unione europea in merito ai “corridoi” transeuropei di sviluppo e qualità dei flussi di informazioni, e sono coerenti con le linee programmatiche e i piani nazionali per l’e-goverment e la società dell’informazione. Detti interventi perseguono gli obiettivi delineati dalla Regione Friuli Venezia Giulia con il Piano Strategico Regionale tesi a sostenere iniziative di sviluppo della Società regionale dell’informazione, con particolare riguardo allo sviluppo digitale della pubblica amministrazione del Friuli Venezia Giulia, enti locali in primo luogo, promuovendo, tra l’altro, iniziative di innovazione tecnologica e dotando la regione di una rete efficiente di collegamenti informatici per fornire ai cittadini nuovi e maggiori servizi.
Tra gli interventi più significativi e strategici per lo sviluppo della Società dell’informazione sul territorio nell’ambito delle azioni individuate dal Piano Regionale d’Azione per l’e-government vi sono:
– il potenziamento dei livelli di cooperazione e di partecipazione in rete degli enti collegati nella RUPAR per una più capillare diffusione sul territorio ed il miglioramento dei servizi offerti;
– il consolidamento delle infrastrutture a supporto dei processi di back-office a garanzia dell’evoluzione dei livelli di informatizzazione territoriale e di erogazione di servizi interattivi on-line ai cittadini e alle imprese;
– l’adozione di strumenti e soluzioni ad alto valore innovativo in grado di adeguare i livelli di affidabilità, sicurezza ed interoperabilità dei sistemi agli attuali standard dell’I&C Tecnology.

Programma degli investimenti

La Regione ha stipulato con lo Stato alcuni importanti Accordi di programma quadro (APQ) mediante i quali i due enti sottoscrittori dell’intesa interistituzionale si sono impegnati a cofinanziare la realizzazione di reti delle infrastrutture di comunicazione a banda larga. La Regione partecipa inoltre alla Società INSIEL SPA mediante conferimenti di capitale e mediante l’affidamento di lavori in regime di delegazione amministrativa..

(Claudio Beltrami)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *