Sole sicuro, le regole d’oro

Attenti se vi trovate in quota, fa freddo e il sole è una benedizione, ma ogni 300 metri di altezza aumentano ddel 4% i rischi di eritemi e ustioni solari.

Premunitevi con delle protezioni solari che seguano le indicazioni europee Colipa (European Cosmetic Toiletry and Perfumery Association) che grantiscano protezione da ultravioletti sia A che B. L’indice di protezione SPF (Sun Protection Factor) deve essere superiore a 6 (tra 6 e 10 e’ basso, tra 15 e 25 e’ medio, tra 30 e 50 e’ alto e oltre 50 e’ molto alto).

Ma attenzione non basta spalmarsi una volta e via la giornata, dovete riapplicare la protezione ogni ora. Se siete dei fan dell’abbronzatura a tutti i costi non esagerate con le lampade abbronzanti perche’ i loro raggi ultravioletti sono 15 volte piu’ potenti del sole e consegunte maggior rischio. Non più di 10 sedute all’anno e comunque non consecutive. Se avete occhi chiari e carnagione vampiresca, rassegnatevi, meglio evitare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *