Appennini: libro su nuove ammoniti

 

Un’opera che riporta 24 generi ed una quarantina di nuove specie di ammoniti, frutto di 40 anni di studi sulle rocce dei monti Umbro-Marchigiani, è stata presentata lo scorso 20 marzo presso la sede della provincia di Perugia. L’evento è stato un’occasione di promozione-valorizzazione delle montagne del territorio umbro-marchigiano, nonché del preziosissimo laboratorio geologico del parco Monte Subasio.

La ricerca, realizzata dagli autori Federico Venturi, Giuseppe Rea, Giancarlo Silvestrini e Massimiliano Bilotta, ha utilizzato i dati raccolti dalle rocce calcaree di origine marina che costituiscono i Monti della Valnerina, i monti Martani, i monti Sibillini ed i Monti Subasio, Petrano, Cucco, Catria e Nerone con le relative formazioni geologiche del calcare massiccio, corniola, rosso ammonitici, calcari a posidonia e calcari del bulgarone.

Il libro non si rivolge ai soli collezionisti, per i quali assume un’indubbia importanza in termini di classificazione del vastissimo ed (ancora) in gran parte sconosciuto gruppo fossile, ma svolge anche un ruolo educativo in termini di rispetto delle rocce del territorio e delle aree di affioramento e di mantenimento del patrimonio paleontologico, attraverso una maggiore conoscenza che scoraggi l’alienazione dei reperti.

La raccolta, che gode del patrocinio della Provincia di Perugia, dell’Università degli Studi di Perugia, del Comune di Assisi, dell’Ente Parco Nazionale Monti Sibillini, della Comunità Montana dei Monti Martani Serano e Subasio, della Società Geologica Italiana e del Gruppo Mineralogico Paleontologico, si pone come punto di partenza per l’introduzione di itinerari geologici e paleontologici sulle montagne della zona, che possano fungere da originale alternativa ludico-sportiva in grado di coniugare l’osservazione dei siti geologici indicati e la riflessione sull’origine delle rocce sedimentarie marine risalenti a centinaia di milioni di anni fa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *