Torino: nuovo sistema allerta meteo

 

Immaginate di dover allertare 340 soggetti ed effettuare più di 1400 comunicazioni nel minor tempo possibile. Ipotizzate che dalla vostra prontezza dipenda la sicurezza del territorio e della popolazione che vi abita, minacciate da previsioni meteorologiche allarmanti.
E’ evidente come la positiva riuscita dell’operazione dipenderà dal grado di sinergia presente tra gli attori coinvolti e dal livello di accuratezza ed efficienza del protocollo di operazioni standardizzate precedentemente concordato.


Foto: Wikipedia

Le nuove regole per l’allertamento in caso di maltempo della provincia di Torino, presentate lo scorso 5 maggio nella sede provinciale di corso Inghilterra, rispondono proprio a questa esigenza: ottimizzare tempi e meccanismi di comunicazione tra i vari enti territoriali in situazioni di allarme e pericolo meteorologico.

A partire dal prossimo 24 maggio, una volta ricevuto il bollettino di allerta meteo e/o per il rischio valanghe, la provincia (che allertava i membri dell’unità di crisi provinciale) e la prefettura (che avvisava i Centri Operativi Misti attraverso l’Ufficio territoriale di governo) non dovranno più occuparsi in prima persona delle comunicazioni ai vari enti territoriali.
L’onere infatti, ad eccezione dei contatti con i gestori dei servizi essenziali (che rimarranno compito della prefettura) graverà interamente sulla Protezione Civile provinciale. Questa, attraverso un sistema integrato di fax, mail, sms e messaggi vocali, provvederà ad avvisare i Comuni, le Comunità montane, i servizi strategici (in primis quelli relativi alla viabilità), il Coordinamento dell volontariato e le altre associazioni volontarie coinvolte.

In questo modo si spera di accorciare i tempi che intercorrono tra le tre fasi fondamentali del processo di vigilanza ed amministrazione dei pericoli meteorologici: valutazioni delle condizioni meteo, comunicazione dell’allerta e gestione concreta dell’emergenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *