Si scia in tutto il Trentino

Ancora nevicate sulle piste trentine. Dopo la perturbazione di fine novembre sono caduti altri 15-25 cm nella giornata del 7 dicembre al di sopra dei 1.400 metri di quota. Di fatto ora tutte le località sciistiche fanno registrare un ottimo innevamento, quindi tutte le piste dei due grandi caroselli Skirama e Dolomiti Superski sono agibili e pronte ad accogliere i turisti nelle settimane che ci accompagnano verso le feste di Natale. Da alcuni giorni, poi, le temperature sono in discesa, permettendo così anche il funzionamento degli impianti di innevamento programmato. Stagione iniziata alla grande dunque (con le località trentine prese d’assalto nel lungo ponte di Sant’Ambrogio) e che promette bene anche per le prossime settimane.

Il ponte ha riempito pressoché tutte le località del Trentino, dopo che gli appassionati avevano potuto scaldarsi nei week end di novembre sulle piste del Tonale, della Presena, di Madonna di Campiglio e di San Martino di Castrozza.
Per quanto riguarda le località incluse nel circuito Skirama Dolomiti, a Madonna di Campiglio sono aperte le funivie nella zona Grosté e le recenti nevicate (oltre 2 metri da inizio stagione) assicurano un ottimo innevamento su tutti i 55 km di piste della stazione sciistica. Per gli appassionati di sci nordico, aperti e perfettamente innevati i 4 tracciati (22 km) del Centro fondo di Campo Carlo Magno. A Pinzolo, dove 9 impianti di risalita servono i 26 km di piste, tutto funzionante con le strutture ricettive del Doss del Sabion, pronto ad ospitare sciatori e turisti. Al Passo del Tonale aperti il 90% degli impianti e disponibili anche 8 km di piste per i fondisti.
Gran parte dei 24 impianti e 55 km di piste (con ottimo innevamento) sono aperti anche a Folgarida – Marilleva. Agibili gran parte delle piste anche sull’Altopiano della Paganella, sede di allenamento di Bode Miller e della nazionale sci Usa, così come a Pejo. A Vermiglio, in Val di Sole, aperti 10 km di piste da fondo.
A Folgaria – Lavarone, infine, sono agibili i 76 km di piste con le novità di questa stagione: la nuova pista Plaut e la nuovo seggiovia quadriposto “Fondo Piccolo-Plaut”. A Lavarone sono sciabili 17 dei 40 km di piste da fondo dell’altopiano.
Passando al circuito Dolomiti Superski, in Val di Fassa sono già funzionanti quasi tutti gli impianti con ottimo innevamento e 113 km di piste agibili su 130 a Alba, Campitello-Mazzin-Col Rodella, Canazei-Belvedere, Moena, Passo Fedaia-Marmolada, Passo San Pellegrino-Falcade, Carezza, Pozza e Vigo di Fassa, con un manto nevoso che va dai 90 ai 115 cm. Per gli amanti dello sci nordico sono agibili 13 km di piste.
Anche in Val di Fiemme, ovvero a Pampeago, sul Cermis e sul Lusia si scia con 33 dei 41 impianti funzionanti e 80 cm di neve in quota. Anche il circuito Sellaronda è aperto in entrambi i sensi.
Ottimo l’innevamento a San Martino di Castrozza – Passo Rolle, dove peraltro si scia dal 28 novembre sulle due piste Castellazzo e nel centro fondo di Passo Cereda (9 km di piste agibili), mentre sono ora aperti 13 dei 22 impianti. Buon innevamento anche a Panarotta 2002, dove sono sciabili 4 km di piste su 18. Sul Monte Bondone si scia da domenica scorsa su 6 km di piste con 4 impianti di risalita aperti.
Nella zona Polsa-San Valentino sull’altopiano di Brentonico-Monte Baldo si scia su 24 dei 35 km e si segnalano le novità 2009/10 di una nuova pista e una nuova seggiovia quadriposto, e il Double Park Polsa per gli appassionati di snowboard. Tutto pronto anche a Predaia con il suo Park dedicato ai bambini.
Infine, per gli amanti dello sci notturno, da segnalare i 7 km di piste aperti sul Passo Brocon-Marande nelle Dolomiti del Lagorai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *