Millegrobbe, trenta chilometri di fatica

L’Altopiano di Folgaria, Lavarone e Luserna offre piste da fondo per ogni livello di preparazione e spazi aperti paragonabili alle ampie distese nordiche. Qui, negli anni Settanta, è nata la Millegrobbe, la gara che ogni inverno richiama centinaia di atleti di spessore. L’evento, che prende il nome dall’omonima malga, si svolge nell’arco di due giornate e sono tanti i nomi importanti che ne hanno firmato l’albo d’oro, come Manuela Di Centa, Maria Canins, Maurilio De Zolt, Kristina Smigun, Julija Tchepalova, Lara Peyrot, Marco Cattaneo, Gianantonio Zanetel.

L’edizione 2010, la numero 29, andrà in scena il 23 e 24 gennaio. Grazie alle recenti e copiose nevicate, godrà di un innevamento perfetto, e, come è facile prevedere, anche lo spettacolo agonistico sarà di alto livello. Lungo i dolci e imbiancati saliscendi della zona, in un paesaggio da cartolina, ad attendere gli appassionati dello sci di fondo ci sarà un doppio appuntamento.
Sabato 23 andrà in scena la 30 chilometri a tecnica classica, mentre il giorno successivo, sulla stessa distanza, si correrà a tecnica libera.
Le due gare daranno vita ad una speciale combinata, nonché ad un’apposita classifica che sommerà i tempi ottenuti da ciascun atleta. La competizione della domenica presenterà qualche variante rispetto a quella del giorno precedente.
L’intero tratto di gara si snoderà sulle piste del centro fondo Millegrobbe, con Passo Vezzena, Malga Millegrobbe di Sopra, Malga Costesin, e Malga Fratte a fare da tappe obbligate per la carovana dei fondisti. Da Malga Fratte si risalirà verso Passo Vezzena, da dove si salirà ancora in direzione Malga Basson e nuovamente Malga Millegrobbe di Sopra.
L’ultimo segmento di gara, infine, ripercorrerà il finale della 30 chilometri in tecnica classica. La tappa in classico, proprio come lo scorso gennaio, assumerà anche i connotati di una sorta di “Marcialonga Tune-Up”, ovvero un’ideale gara di preparazione in vista dell’evento ospitato dalla Val di Fiemme e Fassa in cartellone domenica 31.
A vincere la tappa in classico della scorsa edizione fu lo svedese Uusitalo davanti al carabiniere Santus, al quale bastò il secondo posto nella gara a skating vinta da Cristian Zorzi per scrivere il proprio nome dell’albo d’oro della prestigiosa competizione. Nel femminile trionfò la svedese Nystrom.
I concorrenti, proprio in questi giorni, potranno testare per la prima volta in stagione le piste dell’altopiano trentino grazie all’apertura del centro del fondo di Malga Millegrobbe (quartier generale della granfondo e sede di partenza ed arrivo della stessa).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *