Sardegna: conservare l’ambiente

 

Li chiamano Monumenti naturali, si tratta di singoli elementi o piccole superfici di particolare pregio paesaggistico, naturalistico o scientifico.

La Giunta della Regione Sardegna ha deciso di assegnare ai Comuni che li ospitano un contributo per la loro salvaguardia. Si tratta di uno stanziamento di risorse pari a 300mila euro.

I progetti finanziati sono stati presentati dal Comune di Villamassargia, per il monumento “S’Ortu Mannu”, un oliveto storico costituito da circa 700 alberi secolari; dal Comune di Nureci per il monumento di “Muru Cubeddu”, un giacimento fossilifero dove affiorano rocce sedimentarie di ambiente marino risalenti al Miocene; dal Comune di Domusnovas per il monumento “Grotta di San Giovanni”, geotopo che presenta caratteristiche geologiche e paesaggistiche di grande rappresentatività; e dal Comune di Scano Montiferro per il monumento “Sa Roda Manna”, piccola formazione forestale chiusa  di forma circolare.

“Abbiamo considerato importante e prioritario consentire alle Amministrazioni comunali, che ospitano questi importanti siti d’interesse naturalistico, di continuare a salvaguardare un importante patrimonio ambientale che significa anche una tutela forte all’economia del territorio”, spiega l’assessore  Giuliano Uras.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *