Trentino: Val di Non con le ciaspole

La novità 2009-10 proposta dall’Apt della Val di Non è un ricco calendario di escursioni con le ciaspole, accompagnati da una guida alpina alla scoperta dei più suggestivi itinerari di montagna a contatto con la natura. Ogni settimana, per tutta la stagione invernale (fino al 28 marzo) è possibile partecipare il sabato e la domenica ad emozionanti gite diurne o suggestive uscite serali, concluse da una cena in un rifugio incastonato nel paesaggio maestoso delle vette delle Maddalene, dei Monti Anauni o dell’Altopiano della Predaia.

La Val di Non è la terra della “Ciaspolada”, la regina degli eventi popolari sulla neve, con i suoi oltre 6mila concorrenti, ed è proprio richiamando la tradizione di questa gara che nasce questa proposta di turismo ambientale con ai piedi le ciaspole, strumenti antichi di vimini inventati dai nostri avi, ora proposti nei materiali e con le tecnologie più disparate.

Ma, se i tempi si evolvono e cambiano, non mutano invece le sensazioni, il silenzio, il contatto col profumo degli alberi che una camminata con le ciaspole sa dare; più intima rispetto allo sci alpino, più tranquilla e meno faticosa dello sci di fondo, la ciaspolata è davvero il modo migliore per vivere la montagna del Trentino, e di farlo in tutta sicurezza.

L’Apt della Val di Non, infatti, ha previsto per queste escursioni la presenza di guide alpine esperte e certificate in modo da gustare appieno itinerari nuovi, nascosti e suggestivi ma sempre in modo responsabile.
Gli itinerari previsti sono otto, da quelli che conducono alla catena montuosa delle Maddalene a quelli che dal fondovalle portano ai più bei punti panoramici della zona, per finire con l’escursione che porta al lago di Tret, completamente ricoperto di ghiaccio.

Due le tipologie di visite previste. Quelle della domenica mattina ci restituiscono uno spettacolo montano nel momento del risveglio della natura nella sua versione invernale. Quelle del sabato, invece, sono gite serali, con partenza al tramonto e camminata sotto le stelle, con la possibilità di cenare in alcuni del più conosciuti rifugi della Val di Non con prodotti tipici e vini locali.

Il costo dell’escursione è di 10 euro a persona, con possibilità di noleggiare le ciaspole in loco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *