Trentino: suonano le Dolomiti

 

Si aprirà il 20 giugno “Suoni delle Dolomiti 2010”, festival estivo che celebrerà a ritmo di musica i monti pallidi, dall’anno scorso Patrimonio Naturale dell’Umanità.
La manifestazione verrà inaugurata dall’evento “Dolomiti d’Incanto”, in occasione del quale 11 cori trentini si esibiranno presso altrettanti rifugi sparsi per tutto il territorio trentino.

 “Suoni delle Dolomiti 2010”, che si estenderà lungo tutto il corso dell’estate, sarà caratterizzato da quattro diversi tipi di eventi.

– I concerti veri e propri, che vedranno protagonisti alcuni tra i maggiori interpreti internazionale dell’attuale panorama musicale. Tra questo ciclo di appuntamenti spicca quello del 15 luglio, quando nel fantastico scenario del parco di Paneveggio Ezio Bosso ed il suo gruppo d’archi “Buxuconsort” celebrerà la leggendaria “foresta dei violini” con “Under The Tree’s Voices”, composizione dedicata agli alberi e scritta appositamente per “I Suoni delle Dolomiti 2010”.

– Il ciclo di eventi denominato “l’alba delle Dolomiti”, vere e proprie esibizioni musicali in alta quota alle prime luci del mattino. Tra i personaggi che accompagneranno con i loro racconti queste esibizioni spiccano i nomi di Erri De Luca e Moni Ovadia.

– Il progetto “Trekking”, attraverso il quale sarà possibile visitare gli splendidi scenari della val di Genova in compagnia dell’attore Marco Paolini. Le quattro giornate di trekking nella zona dell’Adamello saranno la cornice ideale per rivivere le storie e i personaggi ideati da Jack London, uno dei maestri della letteratura americana.

– Il progetto “Dolomiti di Pace”, che attraverso la musica lancerà un messaggio di pace e solidarietà dagli stessi luoghi flagellati dagli orrori della Grande Guerra ed oggi percorsi dal Sentiero dell Pace. Da non perdere l’appuntamento del 13 luglio presso le pale di San Martino, dove ad esibirsi sarà la cantautrice israeliana Noa, simbolo internazionale del dialogo tra i popoli.

Gli organizzatori e le istituzioni locali puntano dunque sulla grande versatilità delle iniziative e dell’offerta musicale per attrarre le categorie più svariate di turisti, accomunate dalla passione per la buona musica e dall’amore per la montagna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *