Festival delle sculture di neve

Luminose ma fredde, imponenti ma non perenni. Le sculture di neve affascinano grandi e piccini per la loro maestosità e per la perizia con cui vengono create. Prendono vita per poco ma lasciano un ricordo indelebile nel cuore. Risplendono chiare nella notte quando tutto il paese dorme, sotto una fitta coperta di neve. Per chi ama questa arte stagionale, c’è un appuntamento da non perdere.

Il Festival delle sculture di neve Forme sorprendenti e glaciali a San Candido e San Vigilio

 

Nelle località altoatesine di San Candido e San Vigilio, anche quest’anno 30 artisti provenienti da tutto il mondo daranno vita al 20° Festival Internazionale delle sculture in neve. Si terrà dall’13 – 15 a San Candido e a San Vigilio dal 18 – 20 gennaio.

Gli attrezzi del mestiere sono pochi: palette, filo spinato, seghe. Il consiglio è uno solo: coprirsi bene, dalla testa ai piedi. Stivaloni da neve impermeabili, guanti, sciarpa e cappello, un bel giubbotto imbottito e addosso tanta lana. Queste le regole del gioco: negli angoli più suggestivi di entrambe le località saranno approntati dei giganteschi cubi (3x3x3m) di neve pressata e ghiacciata con acqua. Su questi cubi i 10 gruppi partecipanti daranno libero sfogo alla loro creatività e fantasia realizzando sculture uniche nel loro genere. L’acqua, che grazie alle rigide temperature invernali ghiaccia in un attimo, è l’unico elemento sul quale gli artisti potranno lavorare e dare libero sfogo alla loro creatività. Le opere d’arte dovranno essere completate entro i tre giorni previsti. Poi toccherà ai turisti ospiti delle due località ed agli abitanti valutarne i pregi e scegliere le migliori.

Sarà possibile ammirare le sculture anche la sera, grazie a uno speciale impianto di illuminazione. Le sculture resteranno al loro posto fino a primavera. Sarà il sole a farle sparire.Per informazioni: www.snow-festival.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *