Valle d’Aosta: un’estate gustosa

 

Una fitta serie di feste patronali e di sagre enogastronomiche caratterizzerà l’estate valdostana, con appuntamenti in programma da luglio ad agosto.

Si parte il 13 maggio con la 26° edizione della “festa delle cascine” di Pont Saint Martin (13-16 maggio). Previste serate danzanti, grigliate, fiere e la tradizionale corsa delle galline, originale iniziativa proposta dagli organizzatori della sagra.
Si prosegue dal 27 al 29 maggio presso il campo sportivo di Roisan con la “Fëta di Bouli”(Festa del bollito): diversi tipi di carne (pollo, vitello, manzo…) vengono semplicemente bolliti oppure cucinati dopo essere rimasti a macerare con erbe aromatiche di montagna e con abbondante sale per alcuni giorni. Il tutto in un clima di festa garantito dai consueti giochi, canti e balli.
Il mese di maggio si chiude con il botto: la giornata delle “Cantine Aperte” permetterà infatti agli appassionati del buon vino di assaporare i prodotti delle 23 cantine cooperative della Valle e di alcuni produttori privati che aderiscono all’iniziativa.

A giugno da non perdere la festa per la riapertura del colle del Piccolo San Bernardo (La Pass Pitchü), in programma a La Thuile per Domenica 20 Giugno, e la Sagra della Fiocca (panna) della domenica successiva. Questo evento avrà luogo nel villaggio di Beileun (comune di Avise), accessibile tramite una stradina all’interno di un bosco dove, per l’occasione, verrà organizzata una corsa podistica chiamata “la Martse della fiocca”. All’ora di pranzo verranno preparati polenta e carbonada, grigliate di carne e stufati mentre nel pomeriggio le donne del paese si occuperanno personalmente di montare a mano la squisita panna che dà il nome alla sagra.
L’inizio dell’estate verrà invece salutato dai “Falò di San Giovanni” e le “veillà” (veglie festose), in programma dal 24 al 26 giugno in svariate località della regione.

Il mese di Luglio si aprirà con la sagra dedicata alla degustazione del “Jambon de Bosses”, celebre prosciutto locale che nel 1996 ha ottenuto la DOP (denominazione di origine protetta). L’appuntamento è dal 9 al 12 luglio a Saint Rhèmy en Bosses.
Dal 18 al 20 luglio sarà la volta della Fëta à l’Ano (festa dell’asino) di Ollomont con la possibilità di una ricca degustazione di piatti a base di carne d’asino accompagnata da polenta, fontina e formaggi locali. Da non perdere il tradizionale Palio degli Asini, spericolata competizione che vede fronteggiarsi squadre provenienti da diversi comuni valdostani e non.
La “Fehta dou pan ner” (Festa del pane nero) si svolgerà invece a Marine dal 16 al 19 Luglio presso l’antico forno del paese. Il clou della festa sarà domenica 18, quando il tradizonale pane di segale accompagnerà il pranzo a base di capretto.
Dal 23 al 25 è Valpelline a festeggiare il suo prodotto più tipico con la “Sagra della Seupa à la Vapelenentse” (una zuppa contadina a base di pane e fontina), mentre il 25 a Vetan, sopra Saint-Pierre si svolge la Festa di Paletta con la tradizionale escursione al Mont Fallère (m. 3090) e la Santa Messa in vetta.

Chiuderà i festeggiamenti di Luglio ed aprirà quelli di Agosto il paesino di Saint-Oyen con la sua “Sagra del prosciutto alla brace” (31 Luglio – 2 Agosto), organizzata da quasi trent’anni per valorizzare uno dei principali prodotti valdostani di tradizione.

Per gli appassionati di enogastronomia non resta che leccarsi i baffi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *